ayurveda

cure ayurvbediche in sri lanka
Ayurveda la medicina naturale praticato da millenni in Sri Lanka e India

L’ayurveda è la medicina tradizionale utilizzata in India fin dal IV millennio a.C., diffusa ancora oggi nel sub-continente più della medicina occidentale. Ayurveda è una parola composta da ayu, vita e veda conoscenza, traducibile quindi come scienza della vita. Viene citata per la prima volta nel Charaka Samhita, un trattato di 500 principi medicinali compilato intorno al 1000 a.C. durante il regno dell’imperatore Kanishka.Secondo la leggenda fu lo stesso Brahma, creatore dell’universo nel pantheon induista, a donare agli uomini la scienza della vita.  Da allora l’Ayurveda è il principale metodo di cura del subcontinente indiano.

È attualmente annoverata dall’Unione Europea e dalla maggior parte degli Stati membri tra le medicine non convenzionali la cui erogazione è consentita da parte di medici qualificati.

Antico e complesso sistema, si è sviluppato nella sua forma attuale attraverso millenni di ricerche e sforzi innovativi. L’ ayurveda si occupa da tutti i punti di vista del benessere dell’uomo, nel suo aspetto fisico, psichico e spirituale e si occupa delle patologie tanto quanto dello stato di salute normale. Lo scopo è quello di aiutare i malati a curarsi, e le persone sane a mantenere il proprio benessere e prevenire le malattie.

I principi medicinali utilizzati sono, in genere, minerali, metalli purificati e combinati con acidi fulvici ed erbe, in forma di polveri, pastiglie, infusi etc. La maggior parte è di natura fitoterapica e ogni medicinale ha una specifica modalità di utilizzo, perché agisca alla sua massima efficacia.

Uno dei modi più affascinanti per scoprire l’isola splendente è avvicinarsi al mondo dell’Ayurveda, cioè a quell’insieme meglio ancora, come quell’insieme di pratiche che ci permettono di giungere ad una conoscenza completa del nostro corpo e della nostra anima.
Per comprendere l’importanza di questo elemento nella cultura cingalese, basti pensare che oltre il 75% della popolazione dello Sri Lanka dipende direttamente o indirettamente dalla medicina ayurvedica.

Il cuore dell’Ayurveda è rappresentato dalla dottrina del Tri Dosha o delle Tre Forze Vitali. Secondo la tradizione, infatti, l’uomo è composto da tre elementi: il Vata è la trasmissione dell’energia attraverso il corpo, il principio cinetico alla base del movimento e della vita. Il Pitta è invece il metabolismo, il calore interno degli organi necessario alla trasformazione. Il Kapha, infine, rappresenta il fluido liquido che mantiene e protegge l’organismo. Quando le tre forze vitali sono in equilibrio, l’uomo gode di perfetta salute.
Dalla mancanza di bilanciamento tra i tre dosha scaturiscono, invece, le malattie e disturbi del corpo.

La medicina ayurvedica prevede numerose pratiche per ristabilire l’equilibrio interiore ed eliminare le impurità: una tradizione millenaria, profondamente legata alla cultura ed alla spiritualità dello Sri Lanka. Alla base dell’Ayurveda ci sono fiori, minerali, erbe, estratti di piante. Gli elementi principali sono zenzero, pepe, curcuma, aloe, ma anche varietà più esotiche come Brahmi, Tulasi, Erand e Gokshur.
La preparazione delle ricette è lunga e complessa, risultato di una scienza antica e misteriosa, capace di estrarre dalla natura quelle proprietà caratteristiche in grado di assicurare all’organismo cura e relax nella misura ottimale.
Ma l’Ayurveda non è solo medicina, è anche uno stile di vita, che comprende norme alimentari e socio-culturali orientate al rispetto del corpo e della mente, all’ascolto del respiro dell’anima.

ayurveda in sri lanka

Grazie agli splendidi paesaggi naturali e alla sua affascinante storia, lo Sri Lanka è la destinazione ideale per chi desidera avvicinarsi al mondo dell’Ayurveda o per quanti hanno semplicemente bisogno di concedersi una pausa di coccole durante le vacanze.

Tra le strutture migliori dello Sri Lanka per la medicina ayurvedica spicca l’ Amaya Lake Resort situato a Dambullah, sulle sponde del Kandalama Lake a 160 chilometri da Colombo, l’hotel dispone di 92 villette luxury. La Ayurveda Spa del resort, immersa nella natura, offre nove trattamenti differenti, dai massaggi rilassanti con le erbe alla riflessologia plantare alla cura del viso.

Un’altra opzione interessante è il Niroga Ayurveda Hotel di Induruwa, sulla costa sud-occidentale del paese. Dispone solamente di otto camere, che garantiscono un’atmosfera raccolta e intima. Numerosi i trattamenti previsti, che comprendono massaggi rilassanti e rigeneranti come terapie specifiche per patologie più complesse.

Per gli amanti del lusso la soluzione ideale è invece l’Earls Regency Hotel  Kandy, nel cuore dello Sri Lanka. Posizionato su una collina con vista mozzafiato sulla città, il resort dispone di 85 camere, comprese 16 stanze deluxe, 4 suites e 2 penthouse. Il centro ayurvedico permette di cogliere in pieno l’essenza di questa antica tradizione godendosi in pieno il relax e l’atmosfera luxury dell’hotel.

Il centro ayurvedico per antonomasia invece, è il Siddhalepa Ayurveda Resort appartenente alla famiglia Hettigoda che vanta una grande esperienza nel settore ed un’attività di ben 200 anni. Il resort è situato a Wadduwa sul mare a soli 30 km a sud di Colombo e consta di 50 chalet. La qualità del servizio offerto è ottima e garantita dalla produzione locale dei prodotti utilizzati, dall’assistenza medica fornita che include anche uno screening prima dei trattamenti e infine, dall’alta professionalità degli esperti.

Non si può non citare infine Ulpotha , una singolare struttura situata nell’omonima località; dispone di 19 letti ed è aperta al pubblico solo per otto settimane da maggio a luglio e per 14 settimane da novembre a marzo. Immersa nella natura ed affacciata su un lago a forma di loto, Ulpotha è parte di un progetto di sviluppo per la comunità locale. L’assenza di elettricità ed acqua calda è più che ricompensata dalla presenza del migliore centro per l’Ayurveda e lo yoga di tutto lo Sri Lanka.

IL MASSAGGIO AYURVEDICO

Aiuta a far circolare i fluidi vitali e ad eliminare i materiali di rifiuto del corpo e della mente. L’antica “Scienza della vita” (Ayurveda) indiana, considera il massaggio ayurvedico una tecnica essenziale per mantenere l’uomo in salute e con un aspetto giovane, con una pelle liscia e una capigliatura luminosa. Questa convinzione è così radicata che, ancor oggi, gli indiani e i srilankesi praticano le manipolazioni ayurvediche come parte della routine quotidiana.

Come si pratica
Con olii specifici per ogni singolo dosha, cioè per ogni tipologia psicofisica. Chi è magro, brillante e freddoloso, per esempio ha come dosha dominante Vata ed è trattato con olio tridosha (sesamo). Chi è caloroso, di struttura fisica forte, iperattivo, appartiene al tipo Pitta e viene trattato con olii di erbe indiane. Infine chi tende al soprappeso ed ha un carattere conciliante è un tipo Kapha: per lui olii di girasole o mais. Le manipolazioni sono diverse per l’uomo e per la donna, l’ambiente è luminoso e silenzioso. A trattamento ultimato, il ricevente riposa a occhi chiusi per favorire la penetrazione delle sostanze.

Come agisce
Purificando il corpo e riequilibrando i suoi centri energetici (marma & chakra) ristabilisce quell’armonia psico-fisica che è alla base della salute e della bellezza.

Che effetti ha
Disintossica, riequilibra, dà un senso di benessere, migliora le funzioni corporee (digestione, motilità intestinale, sudorazione) e rende più belli pelle e capelli.
Aiuta a mantenere il corpo giovane; la pelle, i muscoli, le arterie, le vene, il sistema linfatico, il sistema nervoso e tutto l’organismo riceve grande beneficio, rafforzando il sistema immunitario.

A chi è consigliato
A chi vuole prevenire l’invecchiamento estetico ed organico.
Ideale nei cambi di stagione per aiutare il corpo ad eliminare le tossine.
Il massaggio è la tecnica più antica conosciuta dall’uomo per alleviare il dolore e la sofferenza.
Dal suo originario istinto naturale, si è evoluta nella consapevolezza umana attraverso un’antica saggezza.

Share This Post